Lo yacht di salvataggio

m5s 2020

Era un po’ che non scrivevo di politica, e lo faccio solo per dire che non la vedo… La direzione, e neppure la Direzione 🙈

Dall’avvio della legislatura ad oggi la corazzata è stata capace di perdere ufficialmente ben 21 parlametari (e ufficiosamente molti di più). Su un’armata di 336 possono sembrare pochi – circa il 6% – ma per alcuni partiti quel numero sarebbe un obiettivo inarrivabile. E’ un peccato – o forse, a guardare la situazione odierna, sotto alcuni punti di vista è un bene – che quel numero così elevato, impressionante, inatteso, non si sfiorerà più, neppure lontanamente.

La nave affonda, ma non è un Titanic e non c’è nessun iceberg, ma una zavorra costituita da un mix di arroganza, incompetenza e reciproco astio (che ha sempre serpeggiato fra le mura pentastellate, a ogni livello). Tuttavia nella tragedia elettoralesca, si prepara a salpare un dignitoso yacht di salvataggio, che continuerà a galleggiare a lungo e in largo, senza meta, in balia delle onde e soprattutto del vento, ospitando un nutrito gruppo di sodali acritici e malleabili che invecchieranno felici, fra un post e una gaffe – pur con qualche vittoria di Pirro, va dato giustamente atto. Col cazzo che fanno ammuina, loro.

La zavorra è stata lasciata colare a picco, la megaditta, un po’ ridimensionata, è salva e g(i)alleggia (poiché da tempo non grilleggia più) sui social.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *